Archivio per marzo, 2018

 

Ogni anno, il 21 di marzo, primo giorno di primavera, l ‘associazione Libera celebra la “Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie”. Quest’anno la manifestazione regionale si è svolta a Saluzzo e ha visto la partecipazione di 8 mila persone, tra cui anche una delegazione di una trentina di ragazzi dell’ “Arimondi-Eula” di Racconigi accompagnati dagli insegnanti e dalla vicepreside Mara Mancardo. Leggi il resto di questa voce »

 Grande successo ha riscosso il corso di informatica tenuto dal professor Spertino e rivolto agli studenti del Liceo Scientific20180315_105427o  per migliorare le loro capacità digitali. Il corso, articolato in 4 lezioni pomeridiane di  2 ore ciascuna, ha permesso agli alunni di imparare la componistica di un computer, l’utilizzo di programmi principali e fondamentali per il mondo moderno come Word e il foglio Elettronico Excel. Un ringraziamento al docente per la competenza e disponibilità da tutti i suoi alunni!

                                                                                                                                                                           ISHWAK SHARDA

“La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore, ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata.” : così ammonisce Shakespeare e per celebrare la donna   gli studenti del Laboratorio teatrale dell’Arimondi-Eula di Racconigi hanno messo in scena uno spettacolo teatrale dal titolo “Donna: universi di fragilità e coraggio”. Leggi il resto di questa voce »

Anche quest’anno i ragazzi del nostro Istituto hanno potuto godere di una camminata sulla neve con le ciaspole!

Domenica 25 febbraio  secondo appuntamento  del progetto “Domenica a teatro” per gli alunni dell’Istituto “Arimondi-Eula” di Racconigi, che hanno assistito allo spettacolo “Enrico IV” di Pirandello presso il Teatro Carignano di Torino.teatro

Tra i temi principali presenti nel dramma,  che hanno fatto riflettere gli studenti, e allo stesso tempo li hanno incantati,  la maschera e il rapporto tra finzione e realtà, elemento caratteristico della poetica di Pirandello, e la follia. Molto apprezzato dal pubblico l’allestimento curato dal regista Carlo Cecchi e dalla compagnia di giovani attori. Per concludere al meglio la domenica , una fittissima nevicata ha sorpreso gli studenti all’uscita  dal Teatro, rendendo ancora più magiche le strade e le piazze di Torino. Al ritorno tutti soddisfatti della bella domenica trascorsa insieme a compagni e insegnanti.

Gloria Monte, classe I L